La gestione del peso è importante sia per gli atleti che per i non atleti, tuttavia ciò che cambia è l’obiettivo ed il percorso da compiere. 

Il non atleta in genere è motivato ad eliminare il grasso corporeo per motivi estetici e/o per necessità di salute. L’atleta, sebbene sia attento al suo aspetto e alla sua salute, ha l’obiettivo della prestazione sportiva. 

Circa il 75 % degli atleti che fanno discipline di endurance (runners, ciclisti, triatleti) mi dicono di essere preoccupati della loro forma fisica. Circa la metà di loro si rivolge a me perché non è soddisfatta del proprio peso corporeo. 

Sorprendente! Non ti pare?

Riflettici un attimo…. 

 

Come è possibile che chi pratica sport di endurance ha le stesse preoccupazioni di chi è praticamente sedentario? 

Perché l’eccesso di peso e di grasso corporeo sono nemici della prestazione.   

E’ stato calcolato che un chilo di grasso in più fa peggiorare di tre minuti il tempo in una maratona, o riduce di due centimetri l’altezza di un salto”.

Uno studio che ha coinvolto 24 runners, sia uomini che donne provenienti dall’Etiopia, ha dimostrato che, sebbene tutti erano magri e facevano ottimi tempi in gara, l’atleta più magro era anche il più veloce. 

Infatti, il peso corporeo aumenta il costo energetico del movimento,  riducendo la cosiddetta efficienza meccanica. In altre parole, serve più energia al runner per correre così come al nuotatore per fare le bracciate, all’aumentare del peso. 

Se pesi di meno consumi meno ossigeno, a parità di sforzo fisico, quindi il tuo gesto è più economico e tagli prima il traguardo. 

Ovviamente, non devi presentarti alla partenza cercando di pesare di meno a tutti i costi, magari seguendo diete fai da te

 

Perché è così difficile raggiungere e/o mantenere il peso forma per la gara?    

Probabilmente per le stesse cause che portano i non atleti a lottare costantemente con i chili di troppo. 

Le comodità dello stile di vita moderno ed il facile accesso a cibi molto densi dal punto di vista energetico e appaganti dal punto di vista mentale (cibi ricchi in zuccheri semplici e grassi) rendono tutti più suscettibili all’accumulo del grasso corporeo.  

Se le cause dell’eccesso di peso sono uguali più o meno per tutti, la soluzione è sempre la stessa?

La risposta è NI!

Sicuramente un’alimentazione sana e bilanciata è la via da seguire sempre, tuttavia il percorso che gli atleti devono compiere per raggiungere l’obiettivo di peso è diverso da quello delle persone non atletiche, spinte solo dalla motivazione estetica e/o salutistica. 

Ad esempio le diete a basso contenuto di carboidrati sono un’efficace strategia per perdere peso nelle persone non atletiche, ma rappresentano la peggiore ricetta per la performance.  

 

Ricorda sempre:

Devi cercare di agire sull’eccesso di grasso corporeo, NON sulla componente magra (muscolo + acqua). 

Per conoscere se questo eccesso esiste e, soprattutto per conoscerne l’effettiva entità, non puoi ragionare da non atleta e fare riferimento alle formule e alle tabelle per il calcolo del “peso ideale” (messe a punto per scopi estetici, statistici, medico-preventivi). 

Se sei un atleta devi sapere con precisione quant’è la percentuale del tuo grasso corporeo e quanto questa percentuale eccede quella ideale in base al tipo di sport che pratichi. 

 

Sei pronto a ragionare da atleta?  Contattami per valutare la tua composizione corporea!